Rubrica Oggi ti consiglio un film

Rubrica Oggi ti consiglio un film

Ecco alcuni dei nuovi dvd rari aggiunti al sito:

Novità dvd rari

Per la Rubrica Oggi ti consiglio un film: ci soffermiamo su uno in particolare, ormai introvabile, Idiocracy del 2006, diretto da Mike Judge, il creatore di Beavis and Butt-head e con protagonisti Luke Wilson e Maya Rudolph.

Il film è stato ingiustamente classificato come una leggera commediola americana un po' stupida, in realtà è una geniale satira sulla società americana (ma si può espandere ormai a tutto il mondo), alla stregua di altri fenomeni più conosciuti come South Park o il recente The Orville, di Seth McFarlane, ormai introvabile.  Joe Bowers, americano medio per eccellenza, viene scelto dal Pentagono come cavia per un esperimento di ibernazione. Risvegliandosi 500 anni dopo, scopre che il quoziente intellettivo del genere umano si è notevolmente abbassato rendendolo l'uomo più intelligente e brillante di tutto il Pianeta. La causa è che nel tempo gli intelligenti hanno smesso di fare figli, pensando troppo alle conseguenze e a vari problemi come le congiunture economiche non positive, mentre quelli con un basso quoziente intellettivo hanno continuato imperterriti a fare figli. Conseguenze: un futuro dove il presidente Usa è un ex lottatore di Wrestiling, la spazzatura ha invaso le città e i campi non producono più perchè vengono innaffiati con la una bevanda con più elettroliti (simil Gatorade) invece dell'acqua.

cit: "Non sapendo che anno fosse, Joe vagò per le strade alla disperata ricerca di aiuto, ma la lingua si era deteriorata in un ibrido di dialetto campagnolo, slang da ragazzina bene, gergo dei quartieri poveri e grugniti vari. Joe riusciva anche a capire le persone, ma quando parlava com'era abituato a fare a loro sembrava pomposo ed effeminato. Joe si era risvegliato in un mondo in piena crisi, l'economia era in uno stato di totale abbandono, una tremenda siccità aveva ridotto le riserve alimentari e il film più visto in assoluto si intitolava "Culo". E non vi si vedeva altro per 90 minuti. Aveva vinto tutti i premi Oscar quell'anno, incluso quello per la miglior sceneggiatura". (Narratore)

Commedia pungente e terribilmente simile alla realtà, e siamo solo nel 2018... In barba ai vari film di fantascienza futuristici come Hunger Games o Divergent, ecco una rappresentazione ironica del mondo del futuro, una direzione alternativa del futuro secondo una visione pessimistica, che allo stesso tempo vuole mettere in guardia lo spettatore, avvertendolo che siamo ancora in tempo per cambiare le cose.

Ecco il magnifico prologo:

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Type Code